Monte Terzo

Kondition:  
Technik:  
Erlebnis:  
Panorama:  
Höhendifferenz:
1120 m
Höhenunterschied
Start:
N, NO
Startrichtungen
Dauer:
3:20 Std.
Gehzeit
Monte Terzo 
1960 m
Höhe Startplatz

Anfahrt bis zum Startpunkt der Tour:

Sentiero CAI 155 con partenza da Laipacco / Cleulis nella valle del But (Paluzza). Possibilità di salire in auto fino a circa quota 1300.

Talort:

Via XXV aprile 1, 33026 Cleulis, Paluzza (UD), IT-via

Beschreibung des Aufstiegs:

http://camminaevola.it/2016/12/30/monte-terzo/

Arrivo a Laipacco di Paluzza e parcheggio a fianco del ponte sul But che porta a Cleulis. Ispeziono il possibile atterraggio: un prato sulla riva est del But appena sopra il ponte: sarà il posto migliore? ma ci arrivo qui dal decollo? potevo ben chiedere informazioni anche su dove atterrare… Ma certo che qui va bene! E così posiziono una striscia di nastro bianco/rosso a mo’ di manica a vento e mi avvio a piedi.

I prati dell'atterraggio visti da Placcis immersi nella bruma mattutina
Per saltare un po’ di strada asfaltata opto per risalire per un centinaio di metri la strada che porta a Cleulis ed imboccare il sentiero (segnato CAI con indicazione per Timau) che passa per Placcis; arrivato nuovamente alla strada asfaltata di segni CAI più nemmeno l’ombra… beh, è ovvio che devo salire quindi: sù in salita! dopo qualche minuto mi assale qualche dubbio sulla scelta (sono ancora a Placcis) e chiedo indicazione ad un passante che mi sconsola dicendomi che sto salendo verso il monte Tenchia e devo assolutamente ridiscendere fino al ponte e prendere la strada che risale il costone più a nord, lui deve muoversi tra poco in auto e si offre di darmi un passaggio: sia mai! questo è il MIO hike&fly e guai a chi me lo tocca! Declino quindi la cortese offerta e decido che basta percorrere la strada nell’altro verso per tornare sulla retta via. Qui incontro un altro camminatore: non è friulano ed è venuto a passare le feste nel paese originario di sua moglie; mi conferma che in questa direzione in qualche modo ritrovo l’itinerario giusto per andare sul Terzo, anche se lui non lo ha mai percorso da qui. Lo sterrato che facciamo assieme comincia a scendere per tornare nuovamente verso Laipacco ed il mio accompagnatore mi indica due passerelle in legno che attraversano il rio che stiamo costeggiando ma non sa dirmi quale sia quella giusta. Imbocco la seconda (quella più in basso) e lo saluto; in effetti mi porta proprio sulla strada che avrei potuto anche fare in auto.

Per chi fosse interessato al migliore percorso a piedi, me lo ha spiegato uno del posto dopo atterrato: imboccare subito la strada che porta verso il monte Terzo (dopo il ponte sul But, la strada subito a destra in piano) ed arrivati al primo torrente (il Coll’Alto sulla cartina della Tabacco) lo si risale arrivando alle passerelle (lungo lo sterrato che ho percorso io, ma in senso contrario); qui si prende quella più alta (la seconda salendo) e – per sentieri non molto battuti – si dovrebbe sbucare sulla strada già a quota 1245).

20161230_Terzo_Selfie 20161230_Terzo_IlBosco
Io invece sbuco sulla strada asfaltata appena sopra quota 900 e la risalgo con passo spedito; inizialmente cerco sentieri che la taglino, ma non li trovo, poi decido di godermela: non ho una gran fretta, mi rilasso e cammino liberando la mente e senza prestare una grande attenzione all’itinerario, ma gustando appieno il fascino del bosco in cui sono immerso, il panorama che mi circonda e la bellezza di quello che sto facendo (anche perché quando ero concentrato sul percorso non ne ho azzeccata una! meglio così allora…).

Risalgo la strada, prendo a sinistra al bivio di quota 1100 seguendo l’indicazione “Lavareit” ed imbocco finalmente, dopo qualche tornante, il sentiero 155 che proviene da Timau. Raggiungo così in breve casera Lavareit.

Il bivio con l'indicazione per "Lavareit" Casera Lavareit
Qui faccio una pausa, e mi rifocillo un po’ crogiolandomi al sole che riscalda più di quello che la stagione farebbe pensare; poi riprendo la salita (attenzione: all’abbeveratoio bisogna salire con un paio di tornantini, la traccia che continua a sinistra sotto il vascone porta fuori strada…). Resto sul sentiero CAI che ora torna ed essere ben segnato evitando la traccia del vecchio sentiero (che passava un po’ più alto sulle pendici sud del monte Terzo) e puntando, con una salita più leggera, al fondo del vallone che divide il Terzo dal Cimone di Crasulina e risalendolo fino alla forca di Tierc (una mezz’ora abbondante di risalita sul fondo di questo vallone camminando sulla brina che da settimane probabilmente non vede più il sole: che freddo! e con la linea del sole che sale parallela al sentiero solo una cinquantina di metri più sopra…).

20161230_Terzo_Tenchia Lo spettacolo del Coglians e delle Chianevate da forca di Tierz
Risalgo con calma gli ultimi 150 metri di dislivello seguendo il sentiero che si arrampica sul pendio sud-est del Terzo ed individuo un paio di posti per un possibile decollo all’italiana nel caso la vetta risulti non decollabile, qui sento un leggero vento che risale da Cleulis, ma mi sembra proprio debole e incostante e – francamente – decollare da qui non mi convince molto.

Incrocio un altro escursionista che sta scendendo dalla vetta, ci scambiamo un saluto, ed arrivo alfine in cima, dove mi accoglie il vento meteo previsto: un buon nord-est costante e laminare, forse solo un po’ più debole delle previsioni; ma… e il decollo con vento da nord? dov’è? non lo vedo mica… la doppia cima mi accoglie piuttosto scoscesa e senza spazi per aprire e gonfiare la vela, forse con un vento più intenso… ma così mi sembra proprio indecollabile!

Beschreibung des Startplatzes:

Dal crinale a Ovest della cima con vento da Nord, Nord-Est.
Seguo con la vista la cresta che degrada verso ovest addolcendosi un pochino, ci sono tracce di trincee (si affacciano direttamente sul passo di Monte Croce Carnico e sul Pal Piccolo), c’è anche un piccolo pianoro

Besonderheiten bei Start, Flug und Landung:



Fotos:











GLIDERHUB.COM

  • Das umfassende Verzeichnis für Gleitschirmschulen und Gleitschirm-reisen im deutschsprachigen Raum. gliderhub.com bietet die komplette Übersicht für Pilotinnen & Piloten und solche, die es erst noch werden wollen.

    Der gliderhub.com Blog berichtet regelmässig über Neuigkeiten aus der Gleitschirm-Szene.


    Mehr Info

Events & Termine 2018

  • 6/16/2 - 6/30/2
    Red Bull X-Alps

    8/17/2019
    outdoortrophy

    Mehr Info